Laurea in Scienze delle attivita' motorie e sportive

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8766
Classe di corso L-22 - SCIENZE DELLE ATTIVITA' MOTORIE E SPORTIVE
Anni Attivi I, II, III
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero chiuso
Sede didattica Rimini
Coordinatore del corso Andrea Ceciliani
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

L'obiettivo di base del Corso è quello di fare acquisire ai laureati conoscenze scientifiche nei vari campi delle attività motorie dell'uomo, con particolare riguardo alle aree: tecnico-sportiva, preventiva, manageriale ed educativa.
Nell'area tecnico-sportiva, vengono acquisite conoscenze fondamentali sulla teoria e i metodi didattici delle varie tipologie di discipline sportive, praticate soprattutto a livello ludico e amatoriale. Nell'area preventiva vengono acquisite conoscenze per il mantenimento della migliore efficienza fisica lungo l'arco dell'intera vita, in soggetti normali che necessitino di prevenire le patologie correlate alla sedentarietà mediante uno stile di vita attivo e salutare. Nell'area manageriale, si apprendono nozioni di natura giuridico-amministrativa che regolano il mondo delle attività motorie negli ambiti: sportivo, ricreativo, educativo, preventivo e industriale. Nell'area educativa si acquisiscono conoscenze sull'educazione motoria espressivo-comunicativa, valorizzando lo sviluppo delle capacità, delle competenze e dello sviluppo motorio in età evolutiva.
Tali obiettivi vengono raggiunti mediante lezioni frontali, prevalentemente guidate dai docenti, ed incontri seminariali interdisciplinari, che stimolino le capacità degli allievi al collegamento longitudinale e trasversale dei contenuti delle varie discipline; tramite studio individuale su libri di testo di livello post-secondario e materiale didattico diverso fornito dai docenti o raccolto autonomamente; mediante dimostrazioni tecnico-pratiche in laboratorio o sul campo ed esercitazioni individuali atte a fare acquisire competenza pratica sui temi oggetto di studio; mediante tirocini formativi presso qualificate strutture di attività motoria preventivo-adattativa, società e club sportivi e aziende collegate col mondo delle scienze motorie; infine, con la realizzazione di un elaborato originale scritto e/o multimediale che dimostri le acquisite capacità dello studente di raccogliere individualmente informazioni nel proprio campo di studio, elaborarle autonomamente in una prospettiva di sintesi multidisciplinare e comunicarle sinteticamente e chiaramente.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO BIOLOGICO E BIOMEDICO
Il laureato:
- In generale, conosce le basi morfologiche, dimensionali e funzionali del corpo umano, con speciale riguardo agli apparati coinvolti nel movimento.
- Conosce l'organizzazione della materia vivente, la trasmissione e l’espressione dell'informazione genetica e i processi cellulari di base degli organismi viventi.
- Conosce i processi biomolecolari che stanno alla base delle funzioni della cellula e dell'organismo umano. - Comprende i principali processi metabolici nell'uomo e la bioenergetica dell'esercizio.
- Conosce le richieste energetiche dell'organismo umano, i macro e micronutrienti contenuti negli alimenti.
- Possiede una adeguata conoscenza dei principali organi dei vari apparati del corpo umano e in particolare ha conoscenze approfondite sul sistema nervoso a sull'apparato muscolo-scheletrico, particolarmente in funzione del movimento .
- Ha competenze per esprimere e valutare le caratteristiche del corpo umano e ad interpretarle in relazione alla variabilità indotta dalle condizioni ambientali.
- Conosce i meccanismi alla base del funzionamento degli organi, dei sistemi e degli apparati; è capace di descrivere il funzionamento di base degli apparati circolatorio, respiratorio e renale e l'integrazione dinamica delle loro funzioni per il mantenimento delle normali condizioni di salute.
- Conosce i meccanismi funzionali delle cellule eccitabili; i principi dell'integrazione sensori-motoria e viscerale del corpo umano e le basi fisiologiche della contrattilità dei tessuti muscolari, nonchè le principali caratteristiche funzionali dei muscoli scheletrici, in particolare per quanto riguarda la modulazione della forza e il controllo neuromotorio.
- Conosce i principi di farmacocinetica e farmacodinamica, i concetti di base per la comprensione del rapporto rischio/beneficio dei farmaci, gli aspetti generali del doping.
- Possiede conoscenze di base di epidemiologia e dei principi generali di prevenzione primaria, secondaria e terziaria delle malattie infettive e multifattoriali e di misure di sicurezza degli impianti sportivi.

Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali e alle esercitazioni (ove presenti), previste dalle attività formative attivate in particolare nell'ambito dei settori scientifico disciplinari di base e caratterizzanti, oltre che a seguito dello studio individuale.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali o scritti e test a risposta multipla e/o aperta breve. Inoltre, le esercitazioni pratiche permettono un confronto individuale con il docente che fornisce allo studente la possibilità di accrescere le proprie conoscenze e di sviluppare la propria capacità di comprensione.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO MEDICO-CLINICO
Il laureato:
- Conosce i meccanismi fisiopatologici e gli aspetti clinici di base delle principali patologie con particolare riferimento alle malattie cardiovascolari e dismetaboliche.
- Possiede elementi medico-clinici elementari per la classificazione e il riconoscimento del tipo di trauma e del meccanismo traumatico; inoltre ha le conoscenze di base dell'iter diagnostico e del trattamento in seguito a trauma.
- Ha acquisito le nozioni base di primo soccorso per far fronte a situazioni che possono insorgere acutamente durante l'attività sportiva. Riconosce l'entità e severità dell'evento acuto.

Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, previste dalle attività formative attivate, oltre che a seguito dello studio individuale.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali o scritti e test a risposta multipla e/o aperta breve.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO DELLE DISCIPLINE MOTORIE E SPORTIVE
Il laureato:
- Possiede le conoscenze per descrivere ed analizzare gli eventi motori umani da un punto di vista fisico; possiede le conoscenze di base per analizzare e descrivere gli effetti meccanici dell'attivazione del muscolo; conosce i principi della prestazione umana abile e gli elementi basilari dell'analisi dell'efficienza fisica
- Conosce i valori formativi, la classificazione dei giochi sportivi di squadra; le principali regole, i ruoli dei giocatori e gli schemi di gioco adottati dalle squadre dei diversi generi e livelli, le indicazioni per l'avviamento ai giochi sportivi.
- Conosce le differenti tipologie di sport individuali, i regolamenti, le attrezzature e le tecniche; inoltre conosce le modalità di definizione del modello di prestazione, le valenze formative e le modalità di impiego in contesti educativi, ricreativi e sportivi.
- Conosce le caratteristiche delle diverse attività motorie e sportive che si svolgono in acqua e le relative metodologie di insegnamento.
- Possiede le conoscenze di base riferibili agli aspetti metodologici, didattico-organizzativi e relazionali che caratterizzano gli ambiti di educazione e prevenzione motoria nelle varie fasi dell'età evolutiva, nonché nei diversi ambiti operativi: educativo, di avviamento sportivo, formativo e preventivo.
- Sa valutare l'efficienza della prestazione fisica; conosce i programmi di esercizio fisico che concorrono al raggiungimento e al mantenimento, dell'efficienza fisica, della salute e del benessere psico-fisico.
- Conosce le tecniche e gli strumenti utili per il potenziamento muscolare, essendo in grado di valutarne l'efficacia e di prevederne l'impatto sulla costituzione fisica e sul benessere psico-fisico del praticante;
- E' in grado di comprendere un programma di allenamento a breve, medio e lungo termine; conosce gli adattamenti specifici dei diversi organi e apparati in risposta alle specifiche tecniche di allenamento e i test di valutazione.

Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali e alle esercitazioni, previste dalle attività formative attivate in particolare nell'ambito dei settori scientifico disciplinari di base e caratterizzanti, oltre che a seguito dello studio individuale.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali o scritti e test a risposta multipla e/o aperta breve. Le esercitazioni pratiche, numerose e molto importanti per questo ambito, permettono un confronto individuale con il docente che fornisce allo studente la possibilità di accrescere le proprie conoscenze e di sviluppare la propria capacità di comprensione.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO PSICOLOGICO, PEDAGOGICO E SOCIOLOGICO
Il laureato:
- Conosce in modo esauriente i processi sensoriali, percettivi, cognitivi, emotivi e motivazionali e ne comprende la loro integrazione nelle rappresentazioni mentali che concorrono allo sviluppo e all'organizzazione dei comportamenti elaborati ed esibiti dall'individuo nel continuo processo di adattamento e permanenza nell'ambiente.
- E' in grado di analizzare i principali fenomeni sociali contemporanei grazie all'acquisizione dei concetti fondamentali della teoria e della metodologia sociologica, in particolare lo studente è in grado di valutare ed identificare le attività motorie e lo sport come fenomeni sociali.
- Possiede le conoscenze e competenze pedagogiche di base, che lo abilitano a progettare e gestire autonomamente un percorso educativo in ambito motorio.
-E' in grado di conoscere le tipologie ludiche e i principali modelli e metodi educativi che riguardano il gioco come dispositivo pedagogico e didattico, sia in ambito scolastico che extra-scolastico; inoltre acquisisce una adeguata conoscenza delle valenze formative dello sport, dei suoi modelli culturali ed educativi.

Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, previste dalle attività formative attivate in particolare nell'ambito dei settori scientifico disciplinari di base e caratterizzanti, oltre che a seguito dello studio individuale.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali o scritti e test a risposta multipla e/o aperta breve.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO GIURIDICO, ECONOMICO E STATISTICO
Il laureato:
- Conosce il sistema organizzativo e funzionale dello Stato e dell'apparato amministrativo, così come degli organi che lo compongono.
- Conosce l'ordinamento sportivo e i suoi rapporti con quello statale, anche per ciò che concerne la gestione degli impianti sportivi e la salute degli atleti.
- Possiede i concetti fondamentali e la terminologia del diritto privato. Acquisisce altresì le nozioni fondamentali in tema di soggetti dell'ordinamento sportivo, contratto di lavoro sportivo, contratto di sponsorizzazione sportiva, illecito sportivo.

Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, previste dalle attività formative attivate in particolare nell'ambito dei settori scientifico disciplinari di base e caratterizzanti, oltre che a seguito dello studio individuale.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso: esami orali o scritti e test a risposta multipla e/o aperta breve.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO BIOLOGICO E BIOMEDICO
Il laureato:
- Sa utilizzare un linguaggio scientifico adeguato.
- E' in grado di applicare le conoscenze integrate acquisite nell’ambito biomedico ai fini delle metodologie di allenamento e dei programmi di attività motoria.
- E' in grado di effettuare una corretta informazione nutrizionale illustrando le caratteristiche fondamentali di una sana alimentazione.
- E' in grado di rilevare e gestire diversi parametri antropometrici.
- E' in grado di rilevare e valutare i principali parametri funzionali cardio-circolatori e respiratori di soggetti in condizioni di normalità.
- E' in grado di discutere le principali conoscenze sulle basi neurofisiologiche delle funzioni nervose integrative superiori, quali la vigilanza, l'attenzione, la memoria, l'apprendimento e il linguaggio.
- E' in grado di promuovere l'educazione alla salute nell'ambito delle diverse attività svolte come operatore in campo motorio, integrando le competenze acquisite nell’ambito medico-Clinico.
- Può utilizzare le conoscenze acquisite sulle norme igieniche e di sicurezza degli impianti sportivi.

La verifica del raggiungimento delle capacità sopraelencate avviene tramite lo svolgimento di prove (esami scritti, orali, relazioni, ecc.) che prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra la padronanza di specifici strumenti e metodologie e l’acquisizione di autonomia critica.
Il raggiungimento delle capacità sopraelencate è favorito anche tramite lo svolgimento di attività pratiche nella forma di esercitazioni. Durante queste attività, lo studente è in grado di capire e applicare in maniera individuale e autonoma quanto acquisito, sotto la supervisione del docente.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO MEDICO-CLINICO
Il laureato:
- Sa utilizzare un linguaggio scientifico adeguato nei rapporti col personale sanitario.
- E' in grado di promuovere l'educazione alla salute nell'ambito delle diverse attività svolte come operatore in campo motorio, integrando le competenze acquisite nell’ambito Biomedico.
- In seguito a un infortunio sa individuare le situazioni per cui vi è la necessità di un intervento sanitario ed è in grado di fornire il primo soccorso in attesa del personale specializzato.

La verifica del raggiungimento delle capacità sopraelencate avviene tramite lo svolgimento di prove (esami scritti, orali, relazioni, ecc.) che prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra la padronanza di specifici strumenti e metodologie e l’acquisizione di autonomia critica.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO DELLE DISCIPLINE MOTORIE E SPORTIVE
Il laureato:
- Utilizza una varietà di tecniche didattiche per dimostrare e fare apprendere metodi sicuri ed efficaci di esercizio fisico, applicando i principi fondamentali delle scienze motorie, dimostrare e/o correggere l'efficace esecuzione dell'esercizio e l'utilizzo delle attrezzature più idonee, a carattere generale o specialistico, utilizzando i mezzi didattici più opportuni per la dimostrazione.
- Istruisce e guida singoli soggetti o gruppi nella scelta e nell'avviamento alle discipline sportive e nello svolgimento di attività sportive a livello amatoriale.
- E' in grado di applicare corrette metodologie di insegnamento per progettare e svolgere attività motoria in ambiente acquatico.
- Affianca con adeguato approccio didattico/educativo lo sviluppo motorio durante l'età evolutiva, attraverso l'uso di esercizi scelti in relazione alla conoscenza delle principali fasi di sviluppo del bambino, del fanciullo e dell'adolescente.
- Applica le proprie conoscenze nella gestione di programmi motori specificamente adattati a singoli utenti o gruppi di soggetti, sani e con diverso stato di forma fisica, allo scopo di promuoverne il benessere, migliorarne lo stile di vita e prevenire i difetti posturali e le patologie conseguenti alla sedentarietà.
- E' in grado di scegliere ed utilizzare i principali metodi di allenamento per le diverse capacità motorie differenziando il carico in base alla prestazione individuale sia per tipologia di sport che in funzione dell'età e del genere.

Il raggiungimento delle capacità sopraelencate avviene tramite lo svolgimento di attività pratiche nella forma di esercitazioni. Durante queste attività, lo studente è in grado di capire e applicare in maniera individuale e autonoma quanto acquisito, sotto la supervisione del docente e dei tutor specializzati assegnati al singolo insegnamento.
Le verifiche (esami scritti, orali, relazioni, ecc.) prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra la padronanza di specifici strumenti e metodologie e l’acquisizione di autonomia critica.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO PSICOLOGICO, PEDAGOGICO E SOCIOLOGICO
Il laureato:
- E' in condizione di comunicare efficacemente con i praticanti le attività motorie e sportive e collocare l'attività da essi svolta nel giusto contesto sociale. Inoltre possiede le basi per trasmettere, oltre che conoscenze tecniche, valori etici e motivazioni adeguate per promuovere uno stile di vita sano.
- E' in grado di gestire l'attività sportiva con soggetti in età dello sviluppo attraverso forme e relazioni pedagogicamente corrette.
- E' in possesso di conoscenze di base per poter interagire con efficacia con praticanti in funzione di età, genere, condizione sociale, sia a livello individuale che di gruppo.

La verifica del raggiungimento delle capacità sopraelencate avviene tramite lo svolgimento di prove (esami scritti, orali, relazioni, ecc.) che prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra la padronanza di specifici strumenti e metodologie e l’acquisizione di autonomia critica.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO GIURIDICO, ECONOMICO E STATISTICO
Il laureato:
- Possiede le conoscenze giuridiche di base relative alla gestione delle diverse forme di attività motorie e sportive, nell'ambito delle specifiche competenze professionali.
- E' in grado di reperire fonti normative, di consultare codici e banche dati del diritto nazionali e comunitario e quindi di aggiornarsi in merito alla normativa di settore.

La verifica del raggiungimento delle capacità sopraelencate avviene tramite lo svolgimento di prove (esami scritti, orali, relazioni, ecc.) che prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra la padronanza di specifici strumenti e metodologie e l’acquisizione di autonomia critica.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:
• Valuta i comportamenti e gli stili di vita dei soggetti che praticano attività motoria e sportiva e i fattori di rischio correlati all'inattività,
• Motiva i praticanti nel modificare abitudini negative per la salute e mantenere stili di vita positivi per la promozione del benessere e una pratica dello sport leale e senza uso di sostanze nocive.
• Verifica l'adeguatezza del programma assegnato rispetto agli obiettivi, l'effettivo svolgimento del programma nei suoi parametri controllabili obiettivamente con strumenti tecnologicamente avanzati, il gradimento dell'attività da parte del praticante.
• Controlla lo scostamento tra assegnazione ed esecuzione del programma e attua azioni correttive e migliorative per il raggiungimento degli obiettivi.

L'autonomia di giudizio viene sviluppata in particolare tramite esercitazioni, seminari organizzati, preparazione di elaborati nell'ambito dei diversi insegnamenti previsti dal Corso di studio, dal tirocinio e tramite l'attività assegnata dal docente relatore per la preparazione della prova finale.
La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene tramite la valutazione degli insegnamenti del piano di studio dello studente e la valutazione del grado di autonomia e capacità di lavorare, anche in gruppo, durante l'attività assegnata in preparazione della prova finale e del tirocinio.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:
• Comunica con gli utenti in maniera efficace, per la migliore fruizione dell'esercizio, adeguando la comunicazione all'età, genere, livello culturale e condizione sociale.
• Spiega ai praticanti le motivazioni, gli obiettivi, i vantaggi e i rischi del programma motorio o della disciplina sportiva svolti
• Comunica i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi definiti, stimolando l'adesione del praticante ai programmi assegnati
• Utilizza almeno una lingua dell'Unione europea, oltre l'Italiano, per l'opportuna comunicazione internazionale.

L'acquisizione delle abilità comunicative sopraelencate avviene in forma diversa all'interno delle attività formative e viene verificata negli elaborati scritti o multimediali, nelle esposizioni orali, nelle attività di coordinamento o partecipazione nei gruppi di lavoro, negli interventi seminariali e nella verifica della comprensione di testi.
La prova finale, inoltre, offre allo studente un'ulteriore opportunità di approfondimento e di verifica delle capacità di analisi, elaborazione e comunicazione del lavoro svolto.
La lingua dell'Unione Europea (livello B-1) viene appresa tramite specifica attività formativa e relativa prova di verifica. Potranno essere previste sia l'acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, e dialogo) sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:
• Applica i metodi e gli strumenti di apprendimento sviluppati per approfondire i contenuti studiati, da utilizzare sia in contesti professionali che per intraprendere studi successivi.
• Aggiorna e amplia autonomamente le proprie conoscenze di elevato livello, in funzione dello specifico impiego e del progresso delle scienze motorie.
• Acquisisce e utilizza le informazioni scientifiche necessarie per valutare la validità delle proprie attività professionali, in accordo ai principi delle buone pratiche basate sulle evidenze scientifiche.

Le capacità di apprendimento sono conseguite attraverso il percorso di studio nel suo complesso, con riguardo particolare a tutte le attività autonome previste nell'arco dei tre
anni di formazione e cioè progetti individuali e di gruppo e lo svolgimento della prova finale.
La capacità di apprendimento è verificata:
- in maniera continua durante le attività formative;
- attraverso la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante lo svolgimento del tirocinio;
- nell'attività relativa alla prova finale.

Attività tirocinio

L'attività di Tirocinio sarà svolta presso Enti, Strutture, Società convenzionate in relazione al percorso formativo scelto dallo studente.
Potrà altresì essere riconosciuto come tirocinio un periodo di formazione all'estero nell'ambito dei programmi di scambio (Erasmus, Erasmus placement, ecc...) previsti dall'Ateneo, ove i contenuti della formazione rientrino tra gli obiettivi formativi del corso.

Ufficio Tirocinio


Mobilità internazionale

Sono disponibili possibilità di scambio tramite accordi con diverse Università nell'ambito del programma LLP-Erasmus. Gli studenti possono anche scegliere di svolgere parte della prova finale e del tirocinio all'estero.

Referente per la mobilità studentesca internazionale
Prof.ssa Erica Leoni - erica.leoni@unibo.it

Prova finale

Modalità di svolgimento della prova finale
La prova finale prevede la compilazione e la discussione di un elaborato scritto e/o multimediale su argomento coerente con gli obiettivi formativi del corso di studio. Lo studente svolge il proprio lavoro sotto la guida di un docente, che vigila e supporta l'attività dello studente e verifica l'adeguatezza dell'elaborato per l'ammissione alla discussione.
La Commissione valuta il candidato, avendo riguardo al curriculum degli studi e allo svolgimento della prova finale. La prova si intende superata con una votazione minima di 66/110. La Commissione, in caso di votazione massima (110/110), può concedere la lode su decisione unanime.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea magistrale) e master universitario di primo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Professionista delle attività motorie e sportive

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il professionista delle attività motorie e sportive è in grado di operare in strutture pubbliche e private in cui svolgere attività nel campo tecnico-sportivo (preparatore atletico, personal trainer e figure affini che operano ai più vari livelli), nel settore organizzativo e gestionale (società sportive, aziende legate all’esercizio, impianti), nell’attività legata al tempo libero (palestre, piscine, centri fitness, spa, ecc.), nella promozione della salute.
In particolare, il professionista delle attività motorie e sportive:
- Conduce e controlla l'esecuzione di programmi di allenamento individuali e di gruppo mirati al mantenimento e al miglioramento della prestazione in ambito ludico-ricreativo e sportivo.
- Conduce e controlla l'esecuzione di programmi di attività motorie individuali e di gruppo a carattere educativo, finalizzate al recupero e al mantenimento della forma fisica e del benessere psico-fisico.
- Si occupa dell’avviamento allo sport nei bambini mediante specifici programmi motori e attività didattiche ed educative.
- Si occupa della promozione e valorizzazione di stili di vita attivi e sani.
- Collabora all’organizzazione e alla gestione di società ed enti sportivi e di impianti sportivi.

La figura professionale per acquisire maggiore autonomia e livelli di responsabilità nella professione – può accedere a corsi di laurea magistrali delle classi LM-47, LM-67, LM-68.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni del professionista delle attività motorie e sportive sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico.
Le principali competenze associate alle funzioni del professionista delle attività motorie e sportive sono:
- conoscenza delle basi biologiche del movimento e dell'adattamento all'esercizio fisico in funzione del tipo, intensità e durata dell'esercizio, dell'età e del genere del praticante e delle condizioni in cui l'esercizio è svolto;
- conoscenza della biomeccanica dei movimenti al fine di attuare programmi motori;
- conoscenza delle tecniche motorie a carattere preventivo, compensativo, adattativo e capacità di trasmetterle in modo corretto al praticante con attenzione alle specificità di genere, età e condizione fisica;
- conoscenza di tecniche e metodologie di misurazione e valutazione dell'esercizio fisico;
- conoscenza di tecniche e strumenti utili per il potenziamento muscolare, essendo in grado di valutarne l'efficacia e di prevederne l'impatto sulla costituzione fisica e sul benessere psico-fisico del praticante;
- competenze legate al possesso delle conoscenze e degli strumenti culturali e metodologici necessari per condurre programmi di attività motorie e sportive a livello individuale e di gruppo;
- competenze psicologiche e sociologiche di base per poter interagire con efficacia con praticanti in funzione di età, genere, condizione sociale, sia a livello individuale che di gruppo;
- competenze giuridiche di base relative alla gestione delle diverse forme di attività motorie e sportive, nell'ambito delle specifiche competenze professionali;

In alcuni settori di professionalizzazione può essere necessaria una maggiore specializzazione e capacità di approfondimento. Oltre a capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo, sono richieste adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo-gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato.


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Il professionista delle attività motorie e sportive sarà in grado di operare come libero professionista o lavoratore dipendente in:
• Società sportive a tutti i livelli
• Organizzazioni sportive e dell'associazionismo ricreativo e sociale
• Palestre
• Centri fitness, centri benessere, strutture turistiche
• Piscine
• Enti e strutture che si occupano di promozione dello sport
• Aziende produttrici e distributrici di prodotti e servizi legati al mondo dello sport e dell’attività fisica.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
La consultazione avvenuta nel novembre 2013 è stata svolta dal Coordinatore del Corso di Studio, che è anche referente per l’Assicurazione di Qualità; l’esito è stato poi discusso i n sede di Consiglio di Corso di Studio il 28/11/2013.
Le precedenti consultazioni hanno avuto luogo nel maggio e nell’ottobre 2007.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
Alla consultazione del novembre 2013 hanno partecipato le seguenti organizzazioni, rappresentate dai funzionari indicati:
Comitato Olimpico Nazionale Italiano - Regione Emilia Romagna (Vicepresidente)
Scuola dello Sport Regionale (Consulente Tecnico)
Federazione Educatori Fisici e Sportivi - FIES (Presidente Regionale)
Centro Studi Educazione Fisica – CSEF (Presidente Regionale)
Centro Universitario Sportivo Italiano - CUSI (Consigliere Nazionale)

Alle precedenti consultazioni del 2007 erano presenti: Gruppo Palestre Sport CNA Rimini, Scuola Regionale dello Sport del CONI, CusBO, Federazione Italiana Educatori Fisici e sportivi, Confederazione delle Associazioni Provinciali dei Diplomati ISEF e dei Laureati in Scienze Motorie.



MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
Nel corso delle consultazioni del 2007 era stata sottolineata la molteplicità di conoscenze necessarie ai laureati di primo livello nei corsi di Scienze Motorie sia al fine di trovare adeguato inserimento nel mondo del lavoro sia per fornire loro una adeguata preparazione per l’accesso ai corsi di Laurea Magistrale.
Per verificare la validità del corso di studio nel corso del tempo in relazione ai cambiamenti intervenuti nel modo del lavoro e in seguito alle modifiche dei piani didattici, il 19 novembre 2013 ha avuto luogo una nuova consultazione con le Parti Sociali, presso la ex sede della facoltà di Scienze motorie, ora sede della Scuola di Farmacia, Biotecnologie e Scienze Motorie.
Durante l’incontro, il Coordinatore del CdS in Scienze delle Attività Motorie e Sportive ha illustrato dettagliatamente l’organizzazione del corso con i specifici ambiti disciplinari e gli obiettivi formativi degli insegnamenti. E’ stato anche evidenziato che il corso si svolge in entrambe le due sedi didattiche di Bologna e di Rimini.
Le Parti Sociali hanno preso atto dei programmi apprezzando i contenuti e gli obiettivi delle attività formative. E’ quindi seguita un’approfondita discussione sulle possibilità di occupazione del laureato e sul suo eventuale proseguimento degli studi nei corsi magistrali. E’ stato evidenziato come la struttura del corso fornisca una valida preparazione per l’inserimento nel mondo del lavoro. Al termine le Parti Sociali hanno approvato la progettazione del corso di studio con i numerosi ambiti disciplinari specifici che lo caratterizzano.


DOCUMENTAZIONE
I verbali degli incontri sono conservati presso la sede della Scuola di Farmacia, Biotecnologie e Scienze motorie, in via San Vitale 15 a Bologna.

Ulteriori informazioni

Tutor del corso di studio

Contatti e recapiti utili

Uffici e servizi - Sede di Rimini