Laurea in Genomics

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2017/2018
Ordinamento D.M. 270
Codice 9211
Classe di corso L-2 - BIOTECNOLOGIE
Anni Attivi I,
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Sede didattica Bologna
Tipologia Corso interamente internazionale
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Inglese

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione

Per essere ammessi al corso di laurea in Genomics occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.

Sono inoltre richieste le seguenti conoscenze e competenze:
- Basi matematiche, ragionamento logico e scienze;
- Lingua inglese B2 o superiore.

Le modalità di verifica delle conoscenze richieste per l'accesso sono definite al punto modalità di ammissione.
Se la verifica non è positiva vengono indicati specifici obblighi formativi aggiuntivi.
L'assolvimento dell'obbligo formativo è oggetto di specifica verifica.
La relativa modalità di accertamento è indicata al punto modalità di ammissione.
Gli studenti che non assolvano agli obblighi formativi aggiuntivi entro la data stabilita dagli Organi competenti e comunque entro il primo anno di corso sono tenuti a ripetere l'iscrizione al medesimo anno.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

La laurea internazionale in Genomics fornisce le basi teoriche e pratiche per formare una figura professionale capace di applicare l'informatica, la matematica e la statistica all'analisi dei dati genomici, e a ricaduta all'analisi dei dati trascrittomici, proteomici ed epigenomici e alla biologia dei sistemi e alla metagenomica, nei procarioti e negli eucarioti come anche nell'uomo.
Le attività formative obbligatorie prevedono l'acquisizione di:
1) conoscenze propedeutiche di analisi matematica, algebra, fisica e chimica;
2) conoscenze approfondite in genetica, biochimica e biologia molecolare degli eucarioti e procarioti, e comprensione dell'organizzazione e modalità di espressione dei loro genomi;
3) competenze di programmazione, statistica, matematica, algoritmi e dati in ambito biologico, nonché modellazione multiscala e simulazione computazionale.
4) abilità bioinformatiche per l'analisi di acidi nucleici, proteine e data set -omici e informazioni derivanti da analisi di sequenziamento massivo, nonché competenze pratiche per data mining ed interrogazione, organizzazione e gestione di banche dati biologici;
5) competenze teoriche e pratiche per l'analisi di comunità e sistemi complessi;
6) principi di bioetica legati al trattamento e alla gestione di dati sensibili;
7) ottima padronanza della lingua inglese.

Il percorso si completa con una disciplina affine e integrativa in Data Science.
Il percorso formativo termina con l'attività di un tirocinio che consente allo studente di applicare operativamente le basi teoriche e pratiche acquisite. Questo tirocinio può essere svolto presso laboratori universitari, aziende e/o enti privati e pubblici, nazionali e internazionali.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato possiede contestualmente ampie conoscenze di:
- matematica/algebra lineare
- statistica
- informatica (progettazione di algoritmi e programmazione)
- struttura e organizzazione dei genomi (organismi procariotici, eucariotici uni- e pluri-cellulari)
- struttura e organizzazione dei trascrittomi (organismi procariotici, eucariotici uni- e pluri-cellulari)
- struttura e organizzazione dei proteomi (organismi procariotici, eucariotici uni- e pluri-cellulari)
- interattomica
- metabolomica
- meta/epigenomica

Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite mediante la partecipazione a lezioni frontali, ad esercitazioni di laboratorio a posto singolo, che permettono l'esecuzione individuale di protocolli sperimentali, a esercizi in aula, seguiti da docenti e tutor, oltre allo studio personale.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso esami orali e scritti, prove in itinere, relazioni sulle esercitazioni di laboratorio, discussioni di articoli scientifici.
Le scelte metodologiche di erogazione della didattica, il confronto con i docenti durante le lezioni frontali e particolarmente durante le esercitazioni di laboratorio, la valutazione dell'apprendimento mediante esami orali o elaborati scritti e gli approfondimenti personali dovuti allo studio individuale, forniscono allo studente la possibilità di accrescere le proprie conoscenze e di sviluppare la propria capacità di comprensione.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato è capace di applicare le conoscenze di:
- matematica/algebra lineare
- statistica
- informatica (progettazione di algoritmi e programmazione)
- struttura e organizzazione dei genomi (organismi procariotici, eucariotici uni- e pluri-cellulari)
- struttura e organizzazione dei trascrittomi (organismi procariotici, eucariotici uni- e pluri-cellulari)
- struttura e organizzazione dei proteomi (organismi procariotici, eucariotici uni- e pluri-cellulari)
- reti-omiche e loro simulazione e modellazione multiscala.

I risultati sono conseguiti attraverso lezioni sostenute da esercitazioni pratiche e da un'ampia e mirata attività di tutoraggio. Essi sono verificati attraverso un colloquio orale e/o un elaborato scritto.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:
- è in grado di lavorare in modo autonomo nell'esecuzione dei protocolli di programmazione e/o analisi statistica dei dati;
- è capace di organizzare e interpretare rilevanti dati scientifici derivati dalla generazione dei dati -omici in laboratorio. E' in grado di assemblare annotare nuovi genomi così come di analizzare comparativamente dati di genomi/trascrittomi/proteomi presenti in banche dati pubbliche e private;
- ha capacità di analisi e di sintesi per la gestione e la divulgazione in ambito scientifico dei dati sperimentali;
- è capace di dare giudizi autonomi sulle problematiche sociali, scientifiche ed etiche, legate all'analisi e uso dei dati -omici;
- è capace di adattarsi ad ambiti di lavoro e tematiche diverse;
- è capace di reperire e vagliare fonti di informazione, dati, letteratura nel campo specifico.

L'autonomia di giudizio viene sviluppata e verificata tramite le esercitazioni di laboratorio, svolte in maniera autonoma e individuale per numerosi insegnamenti e attraverso la predisposizione di elaborati individuali richiesti in alcuni insegnamenti, al termine dell'attività di tirocinio e per la prova finale. In particolare gli studenti sviluppano la propria autonomia di giudizio sulle problematiche sociali ed etiche nell'ambito dell'insegnamento di bioetica.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:
- è capace di collaborare ad un lavoro di gruppo, in particolare nell'ambito della progettazione e dell'attività di elaborazione dei dati -omici;
- è capace di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese nel campo delle analisi bioinformatiche, delle biotecnologie computazionali della gestione delle banche dati e della biologia dei sistemi;
- ha capacità relazionali e di comunicazione che gli permettono di lavorare anche in contesti internazionali;
- è in grado di redigere rapporti tecnico-scientifici, sia in italiano che in inglese.

Le abilità comunicative scritte e orali vengono conseguite attraverso attività che prevedono la stesura di relazioni scritte e la discussione orale dei risultati ottenuti durante attività in gruppi di lavoro; la valutazione dell'acquisizione di queste abilità avviene in occasione delle verifiche e delle esercitazioni di laboratorio. Allo sviluppo delle capacità comunicative e relazionali, e alla loro verifica concorre anche il tirocinio curriculare obbligatorio. Per quanto riguarda la lingua inglese, pur essendo il livello d'ingresso B2 già molto alto ci si aspetta un'ulteriore approfondimento nell'acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, e dialogo) in quanto tutte le lezioni ed esercitazioni nonché verifiche scritte e orali saranno tenute dai docenti in inglese. Un'ulteriore occasione di approfondimento della conoscenza della lingua inglese, sia scritta che orale, è rappresentata, come già sottolineato, dai tirocini all'estero e dallo studio di articoli scientifici frequentemente usati nei corsi. L'acquisizione delle abilità formative si sviluppa inoltre con la redazione della relazione conclusiva del tirocinio e della prova finale.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:
- è capace di lavorare in modo autonomo e di proseguire la propria formazione professionale;
- è capace di imparare ed approfondire ulteriori tecniche di programmazione e analisi dei dati omici e per intraprendere studi specialistici;
- è capace di lavorare per obiettivi.

Le capacità di apprendimento sono sviluppate durante l'intero percorso di studio, sia mediante lo studio individuale, sia mediante il confronto con i docenti durante le verifiche orali o revisione degli elaborati scritti, sia mediante l'organizzazione dei protocolli esecutivi durante le esercitazioni di laboratorio, sotto la supervisione di docenti e tutor.
Occasioni fondamentali per amplificare le propria capacità di apprendimento sono il tirocinio curriculare e l'attività svolta per la preparazione della prova finale. La capacità di apprendimento viene valutata attraverso le forme di verifica previste per ciascuna attività formativa, dando un peso rilevante al rispetto delle scadenze previste nei diversi anni di corso, considerando i dati ottenuti individualmente durante la messa a punto dei protocolli sperimentali, valutando la capacità di autoapprendimento maturata durante lo svolgimento dell'attività di tirocinio o dell'attività relativa alla prova finale e la capacità di discutere criticamente gli argomenti scientifici trattati.

Insegnamenti

Consulta gli insegnamenti all'interno del piano didattico Piano didattico: tutti gli insegnamenti del corso

Prova finale

La prova finale prevede la compilazione e la discussione di un elaborato scritto su un argomento coerente con gli obiettivi formativi del corso di studio o su argomenti inerenti l'attività svolta durante il Tirocinio Curriculare. Lo studente svolge il proprio lavoro sotto la guida di un docente, che vigila e supporta l'attività dello studente e verifica l'adeguatezza dell'elaborato per l'ammissione alla discussione.

Lo studente dovrà dimostrare la capacità di applicare e comunicare le conoscenze acquisite nel corso di Studio stesso.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Tecnico bioinformatico

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il Tecnico bioinformatico:
-si occupa di metodi e strumenti di calcolo matematico e programmazione per comprendere, archiviare, processare e analizzare dataset biologici;
-si occupa di combinare gli aspetti della genetica, della biologia molecolare e dei metodi di sequenziamento con la bioinformatica, per sequenziare, assemblare, analizzare e confrontare la funzione e la struttura dei genomi;
-svolge le proprie attività in contesti: industriale, clinico, forense, agroalimentare, ambientale.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Il Tecnico bioinformatico possiede:
1) conoscenze di genetica e biologia molecolare;
2) conoscenze approfondite dell'organizzazione e modalità di espressione dei genomi eucariotici, procariotici e virali;
3) competenze di matematica, statistica, programmazione informatica (Python, C, Pearl, R);
4) abilità informatiche per l'analisi di acidi nucleici, proteine e data set -omici e informazioni derivanti da analisi di sequenziamento massivo;
5) competenze per utilizzare le informazioni del sequenziamento genico in ambito clinico e sanitario;
6) competenze per sfruttare l'informazione genomica come approccio chiave per le tecnologie future legata alla "food security" e al miglioramento genetico in ambito vegetale e animale;
7) competenze ai fini dell'indagine ecologica e l’analisi predittiva del comportamento degli ecosistemi mediante algoritmi e modelli basati sulla genomica;
8) abilità di implementare analisi genomiche di supporto a indagini legali di varia natura.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Il Tecnico bioinformatico può esercitare la sua professione in:
- Aziende nazionali ed internazionali del settore informatico, biotecnologico, biomedico, agro-alimentare, farmaceutico, ambientale ed industriale;
- Centri nazionali e internazionali di diagnostica avanzata e/o di ricerca applicata;
- Sistema Sanitario Nazionale (Aziende Ospedaliere, Aziende Sanitarie, Istituti Zooprofilattici, Istituti di Ricerca e Cura a Carattere Scientifco per la diagnostica -omica - IRCCS)
- Centri di calcolo nazionali e internazionali;
- Ambito legale come consulente;
- Università e Centri di ricerca di base e applicata Nazionali e Internazionali.
Infine la laurea in Genomics permette l'accesso a Lauree magistrali e di ambito biotecnologico, genetico, biologico molecolare e cellulare nonchè a lauree magistrali in bioinformatica.


PROFILO PROFESSIONALE:
Biotecnologo computazionale

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il Biotecnologo computazionale sviluppa e applica metodi teorici, modellazione matematica e tecniche di simulazione computazionale per studiare e predire i comportamenti dei sistemi biologici e delle popolazioni.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Il Biotecnologo computazione possiede:
1) conoscenze di genetica, biochimica e biologia molecolare;
2) ottime competenze di statistica, programmazione informatica (Python, C, Pearl, R);
3) approfondite competenze di modellazione matematica;
4) specifiche abilità pratiche di simulazione computazionale e modellazione multiscala.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Il biotecnologo computazionale può esercitare la sua professione in
- Aziende nazionali ed internazionali del settore informatico, biotecnologico, biomedico, agro-alimentare, farmaceutico, ambientale ed industriale;
- Centri nazionali e internazionali di diagnostica avanzata e/o di ricerca applicata;
- Sistema Sanitario Nazionale (Aziende Ospedaliere, Aziende Santitarie, Istituti Zooprofilattici, Istituti di Ricerca e Cura a Carattere Scientifco per la diagnostica -omica - IRCCS);
- Agenzie regionali, nazionali e internazionali per la tutela dell'ambiente;
- Università e Centri di ricerca di base e applicata Nazionali e Internazionali.
Infine la laurea in Genomics permette l'accesso a Lauree magistrali di ambito biotecnologico, genetico, biologico molecolare e cellulare nonchè a lauree magistrali in bioinformatica.


PROFILO PROFESSIONALE:
Biotecnologo dei sistemi

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il Biotecnologo dei sistemi si occupa di modellizzare interazioni complesse dei sistemi biologici usando un approccio olistico al fine di determinare le proprietà emergenti di circuiti, network e interazioni in cellule, tessuti, organismi e popolazioni.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Il Biotecnologo dei sistemi possiede:
1) conoscenze di genetica, biochimica e biologia molecolare;
2) ottime competenze di statistica, programmazione informatica (Python, C, Pearl, R);
3) approfondite competenze di modellazione matematica;
4) specifiche abilità pratiche di simulazione computazionale e modellazione multiscala.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Il Biotecnologo dei sistemi può esercitare la sua professione in:
- Centri di calcolo nazionali e internazionali;
- Agenzie regionali, nazionali e internazionali per la tutela dell'ambiente;
- Università e Centri di ricerca di base e applicata Nazionali e Internazionali.
Infine la laurea in Genomics permette l'accesso a Lauree magistrali di ambito biotecnologico, genetico, biologico molecolare e cellulare nonchè a lauree magistrali in bioinformatica.


PROFILO PROFESSIONALE:
Genomics Data Manager

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il Genomics Data Manager:
-organizza, cura e amministra i dataset di laboratorio, gestendone i sistemi informativi.
-programma pipelines per sviluppare protocolli di best practice per lo storage, il backup, l'organizzazione e la pubblicazione di dati genomici di ricerca, anche in ambiente sanitario, in cui le informazioni del sequenziamento genico possono contribuire a migliorare diagnosi e prognosi di patologie genetiche, e la stratificazione di pazienti, nonchè a individuare la miglior risposta al trattamento terapeutico.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Il Genomics Data Manager possiede
1) conoscenza approfondita dell'organizzazione e modalità di espressione dei genomi eucariotici, procariotici e virali;
2) competenze approfondite di bioinformatica per l'analisi di acidi nucleici, proteine e data set -omici e informazioni derivanti da analisi di sequenziamento massivo;
3) competenze specifiche per data mining e interrogazione, organizzazione e gestione di banche dati genomiche;
4) conoscenza approfondita di normative e principi di bioetica legati al trattamento e alla gestione di dati sensibili.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Il Genomics Data Manager può esercitare la sua professione in:
- Aziende nazionali ed internazionali del settore informatico, biotecnologico, biomedico, agro-alimentare, farmaceutico, ambientale ed industriale;
- Centri nazionali e internazionali di diagnostica avanzata e/o di ricerca applicata;
- Sistema Sanitario Nazionale (Aziende Ospedaliere, Aziende Santitarie, Istituti Zooprofilattici, Istituti di Ricerca e Cura a Carattere Scientifco per la diagnostica -omica - IRCCS)
- Centri di calcolo nazionali e internazionali;
- Università e Centri di ricerca di base e applicata Nazionali e Internazionali.
Infine la laurea in Genomics permette l'accesso a Lauree magistrali e di ambito biotecnologico, genetico, biologico molecolare e cellulare nonchè a lauree magistrali in bioinformatica.


Parere delle parti sociali

Per visionare le consultazioni con le parti sociali che il Corso di Studio ha effettuato dall' a.a. di prima istituzione sino ad oggi, si rimanda alla lettura dei rispettivi quadri nelle schede complete SUA-CdS, pubblicate sul sito Universitaly ( http://www.universitaly.it/)