Laurea Magistrale in Advanced cosmetic sciences

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2018/2019
Ordinamento D.M. 270
Codice 9225
Classe di corso LM-54 - SCIENZE CHIMICHE
Anni Attivi I anno
Modalità didattica Convenzionale (lezioni in presenza)
Sede didattica Rimini
Tipologia Corso interamente internazionale
Coordinatore del corso Claudia Tomasini
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Inglese

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale in Advanced Cosmetic Sciences occorre essere in possesso di una laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
Occorre, altresì, il possesso di requisiti curriculari e il superamento di una verifica dell'adeguatezza della personale preparazione.

Requisiti curriculari
Sono richiesti i seguenti requisiti curriculari:

1. Avere conseguito la Laurea in una delle seguenti classi:

- ex D.M. 270:
L-27 Scienze e Tecnologie Chimiche
L-29 Scienze e Tecnologie Farmaceutiche
LM-13 Farmacia e Farmacia Industriale

- ex. D.M. 509/99:
21 Scienze e Tecnologie Chimiche
24 Scienze e Tecnologie Farmaceutiche
14/S Farmacia e Farmacia Industriale

- Previgente ordinamento quinquennale: Laurea in Chimica, Chimica Industriale, Farmacia, Chimica e Tecnologia Farmaceutiche

Oppure:

2. Essere in possesso di una laurea appartenente ad una classe differente da quelle indicate al punto 1, e avere acquisito almeno 60 CFU in discipline scientifiche di base (CHIM/01-CHIM/12, BIO/9-BIO/12, BIO/14, BIO/16, BIO/17, BIO/19, MED/07) di cui almeno 25 CFU nei seguenti settori scientifico disciplinari: CHIM/01-CHIM/12, BIO/10.

Verifica dell'adeguatezza della personale preparazione

L'ammissione al Corso di Laurea magistrale è subordinata al superamento di una verifica dell'adeguatezza della personale preparazione che avverrà secondo le modalità definite nel Regolamento Didattico del corso di studio.

Verrà altresì verificato il possesso di adeguate competenze linguistiche nella lingua inglese di livello B2.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Fatti salvi gli obiettivi generali delle lauree magistrali della classe LM-54, il corso di laurea magistrale in Advanced Cosmetic Sciences (ACS) intende nello specifico preparare chimici in grado di operare:
- nel mondo dell’industria cosmetica, con competenze in tutti i settori: tecnologico formulativo, regolatorio, chimico cosmetologico e di controllo chimico-fisico/tossicologico/microbiologico/funzionale;
- nei settori emergenti della conoscenza delle norme internazionali sulla produzione e vendita dei cosmetici, nonché sull’uso di sostanze chimiche, della valutazione del rischio chimico e del pericolo nell’utilizzo di nuovi e vecchi prodotti e della progettazione di nuovi prodotti intrinsecamente più sicuri, con riferimento al loro intero ciclo di vita;
- in laboratori, strutture ed enti di ricerca, valutazione e controllo, aziende pubbliche e private, anche a livello dirigenziale, negli ambiti della progettazione, produzione, analisi e certificazione dei prodotti cosmetici.
La laurea magistrale in ACS fornirà allo studente conoscenze teoriche e pratiche, permettendogli di acquisire la capacità di valutare e selezionare gli ingredienti ed i materiali più idonei per la formulazione di un ampio ventaglio di prodotti cosmetici; sviluppare prodotti cosmetici sicuri, stabili ed efficaci; formulare e sovrintendere i processi di produzione dei prodotti cosmetici; attuare e monitorare i protocolli aziendali di GLP/GMP, sistema qualità; condurre analisi chimico-fisiche, microbiologiche, funzionali e tossicologiche su materie prime, semilavorati e prodotti finiti; predisporre, attuare e valutare protocolli di controllo della stabilità dei prodotti cosmetici; redigere il PIF (Product Information File) dei prodotti cosmetici, registrare le formulazioni nel portale ministeriale/europeo e predisporre la documentazione scientifico-informativa e divulgativa per la corretta ed efficace comunicazione aziendale relativa al prodotto cosmetico.
La laurea magistrale in ACS offre, a norma della normativa vigente, la possibilità di sostenere l'esame di stato per l'iscrizione alla sezione A dell'Albo Professionale dei Chimici.
Gli obiettivi formativi sopra elencati sono raggiunti mediante:
1) attività formative caratterizzanti (di chimica generale, chimica fisica, chimica organica e chimica analitica) idonee a completare una solida preparazione scientifica in ambito chimico;
2) attività affini o integrative (in ambito farmaceutico, tecnologico, biologico, tossicologico e microbiologico) necessarie per completare in modo adeguato la formazione professionale del laureato, permettendogli di acquisire una padronanza delle materie prime e delle formulazioni cosmetiche, nonché le conoscenze scientifiche volte a valutarne gli aspetti di sicurezza ed efficacia;
3) attività formative finalizzate alla conoscenza delle norme legislative utili all’esercizio dei vari aspetti dell’attività professionale (normativa internazionale sulla produzione e vendita dei prodotti cosmetici, sulla valutazione del rischio connesso all’uso dei prodotti chimici, le norme UNI-EN-ISO, le Good Laboratory Practice, le Good Manufacturing Practice).
Tutte le attività formative sono erogate in lingua inglese, in modo da fornire al laureato la capacità di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese, con riferimento anche ai lessici disciplinari, e di trovare impiego ai vertici delle industrie cosmetiche di tutto il mondo.
A completamento del corso di studi, prima che lo studente intraprenda il lavoro di tesi, gli viene proposto un tirocinio formativo con le seguenti finalità: esecuzione di un'approfondita ricerca bibliografica su un tema assegnato e acquisizione di una competenza specifica nell'uso delle tecniche strumentali e delle procedure necessarie per lo sviluppo del progetto di tesi.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato magistrale in Advanced Cosmetic Sciences (ACS):
- ha una solida preparazione culturale di base e un’elevata preparazione scientifica nei diversi settori della chimica dei prodotti cosmetici e delle materie prime e materiali idonei per la loro preparazione;
- ha una buona competenza in campo chimico cosmetologico, tecnologico-formulativo e regolatorio per la progettazione e formulazione dei prodotti cosmetici;
- ha conoscenze di biochimica, anatomia e fisiologia della cute e malattie cutanee;
- ha un’avanzata conoscenza delle moderne metodologie e strumentazioni per controllo chimico-fisico, tossicologico, microbiologico, funzionale, di qualità e di shelf life dei prodotti cosmetici, nonché delle tecniche di analisi dati;
- conosce e sa applicare la normativa internazionale sulla produzione e vendita dei prodotti cosmetici, sulla valutazione del rischio connesso all’uso dei prodotti chimici, le norme UNI-EN-ISO, le Good Laboratory Practice, le Good Manufacturing Practice;
- ha una buona padronanza del metodo scientifico di indagine;
- è in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese, lingua ufficiale del corso, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
Gli strumenti didattici che consentono di raggiungere tali conoscenze e capacità di comprensione sono le lezioni frontali, affiancate da esercitazioni di laboratorio e seminari, nonché, ovviamente, dallo studio individuale guidato ed autonomo.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso esami orali e scritti ed eventualmente attraverso la valutazione da parte del docente di relazioni scritte.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato magistrale in Advanced Cosmetic Sciences (ACS):
- sa valutare e selezionare i migliori materiali e gli ingredienti adatti a preparare una varietà di cosmetici;
- è in grado di eseguire e/o monitorare la produzione industriale di prodotti cosmetici;
- sa sviluppare formule stabili, sicure e applicabili ad una vasta area di prodotti cosmetici;
- è in grado di approntare e condurre analisi chimiche, chimico-fisiche e microbiologiche per il controllo di qualità delle materie prime e dei prodotti cosmetici;
- è in grado di redigere il PIF (Product Information File) dei prodotti cosmetici e di registrare le formulazioni nel portale ministeriale/europeo;
- sa approntare e monitorare le attività aziendali inerenti la gestione del sistema qualità e l’applicazione delle Good Laboratory Practice e Good Manufacturing Practice;
- è in grado di predisporre la documentazione scientifico-informativa e divulgativa per la corretta ed efficace comunicazione aziendale relativa al prodotto cosmetico.
Tali conoscenze e competenze vengono acquisite tramite lezioni frontali, laboratori didattici, incontri/seminari con professionisti del settore e tirocini presso aziende ed enti di ricerca.
Le modalità di svolgimento delle verifiche (forma orale, scritta o pratica ed eventuali loro combinazioni; verifiche individuali ovvero di gruppo) sono stabilite annualmente dal Corso di Studio in sede di presentazione della programmazione didattica e rese note agli studenti prima dell’inizio delle lezioni tramite il Portale di Ateneo.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale:
- è capace di interpretare risultati, osservazioni e dati raccolti da misurazioni in laboratorio;
- è capace di programmare attività sperimentale valutandone tempi e modalità;
- è capace di adattarsi ad ambiti di lavoro e tematiche diverse;
- è capace di valutare criticamente metodologie consolidate e di apportare modifiche per migliorarne le prestazioni;
- è in grado di comprendere una problematica legata alla sua professione, di eseguirne una valutazione critica e di proporre soluzioni specifiche;
- è capace di dare giudizi che includano riflessioni su importanti questioni scientifiche ed etiche.

L'acquisizione dell'autonomia di giudizio viene garantita all'interno delle specifiche attività formative in cui viene data rilevanza al ruolo della disciplina nella società e alla sua evoluzione in funzione di mutamenti culturali, tecnologici e metodologici. Le attività esercitazionali e di laboratorio offrono occasioni per verificare tali capacità decisionali e di giudizio, mentre lo strumento didattico privilegiato è il significativo lavoro di tirocinio e di tesi sperimentale su un argomento di ricerca originale.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato magistrale:
- è capace di comunicare in forma scritta e verbale in inglese (livello B2), con utilizzo di sistemi multimediali;
- è in grado di sostenere un contraddittorio sulla base di un giudizio sviluppato autonomamente su una problematica inerente ai suoi studi;
- è capace di interagire con altre persone e di lavorare in gruppi multidisciplinari;
- è capace di lavorare in autonomia e di adattarsi a nuove situazioni.

L'acquisizione delle abilità sopraelencate viene valutata a diversi livelli all'interno delle attività formative, in primo luogo durante le verifiche che sono principalmente costituite da esami orali, prove scritte e relazioni di laboratorio, come anche nelle attività di partecipazione a gruppi di lavoro costituiti all'interno di corsi teorici e sperimentali. Tali capacità vengono ulteriormente perfezionate per merito dell’erogazione della didattica in lingua inglese e nella preparazione dell'elaborato di tesi e della dissertazione finale anche attraverso l'uso di sistemi multimediali.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato magistrale:
- è in grado di recuperare agevolmente le informazioni necessarie alla soluzione di problematiche professionali da letteratura, normativa internazionale, banche dati ed internet;
- possiede capacità personali nel ragionamento logico e nell'approccio critico ai problemi nuovi;
- è in grado di continuare a studiare autonomamente, reperire le informazioni utili per formulare risposte a problemi complessi, anche interdisciplinari e difendere le proprie proposte in contesti specialistici e non.

Al raggiungimento delle sopraelencate capacità concorrono, nell'arco dei due anni di formazione, tutte le attività individuali che attribuiscono un forte rilievo allo studio personale: ore di studio individuali, lavoro di gruppo, elaborati e relazioni scritte, e in particolare il lavoro svolto durante il periodo di tirocinio e di tesi.
Le modalità di svolgimento delle verifiche (forma orale, scritta o pratica ed eventuali loro combinazioni; verifiche individuali ovvero di gruppo) sono stabilite annualmente dal Corso di Studio in sede di presentazione della programmazione didattica e rese note agli studenti prima dell’inizio delle lezioni tramite il Portale di Ateneo.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola dispecializzazione) e master universitario di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Chimico

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il chimico che si vuole formare è in grado di operare ai vertici del mondo dell'industria cosmetica con competenze in tutti i settori: tecnologico-formulativo, regolatorio, chimico cosmetologico, di controllo chimico-fisico, tossicologico, microbiologico, funzionale, di qualità.
Si occupa delle attività e/o della gestione dei laboratori di ricerca, sviluppo e analisi di aziende cosmetiche, dei relativi aspetti normativi e di certificazione, e della promozione commerciale.
Per la libera professione occorre superare l'esame di stato e iscriversi all'Ordine dei Chimici.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- È in grado di applicare procedimenti e metodologie chimiche, e tecnologiche per la formulazione e produzione industriale sia di cosmetici, che di prodotti per l'igiene e affini, efficaci e sicuri;
- è in grado di approntare ed eseguire controlli di qualità chimici, microbiologici e tecnologici di prodotti cosmetici e affini;
- è in grado di vigilare le attività dei laboratori assicurando l'applicazione delle Good Laboratory Practice (GLP) e di vigilare le attività di produzione e l'applicazione delle Good Manufactoring Practice (GMP), di predisporre o collaborare all'elaborazione del Sistema Qualità adottato dall'azienda secondo le norme UNI EN, e in particolare le norme UNI EN ISO 9001, UNI EN ISO 14001, UNI EN ISO 17561, UNI EN ISO 22716;
- è in grado di redigere il Product Information File (PIF) dei prodotti cosmetici e di registrare le formulazioni nel portale ministeriale/europeo;
- è in grado di applicare procedimenti e metodologie chimiche, biochimiche, microbiologiche, tossicologiche e tecnologiche per lo studio di stabilità, la valutazione di efficacia e la valutazione di sicurezza di formulazioni cosmetiche;
- è in grado di predisporre la documentazione scientifico-informativa e divulgativa per la corretta ed efficace comunicazione aziendale relativa al prodotto cosmetico.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Il laureato in Advanced Cosmetic Sciences può trovare occupazione presso:
- industrie e aziende commerciali nel campo cosmetico;
- laboratori di analisi e merceologici privati e pubblici;
- enti preposti all'elaborazione di normative tecniche o alla certificazione di qualità;
- università ed enti di ricerca pubblici e privati;
- agenzie di comunicazione e divulgazione scientifica.